Prestiti a pensionati INPS e INPDAP, richiedi subito un preventivo gratuito e confrontaci con gli altri operatori, saremo sempre i migliori, cosa aspetti! = = = =>>

Prestiti Pensionati

Oggi i prestiti pensionati rappresentano un importante settore del mercato dei finanziamenti. Sempre più spesso per le famiglie italiane liquidità fa rima con difficoltà. A causa dell’inflazione e delle tasse in continuo aumento gli abitanti del Belpaese sono costretti a mettere mano al portafogli con maggior frequenza rispetto al passato, e un numero crescente di persone si trova ormai nella necessità di ricorrere a forme di credito al consumo per “finanziare” anche quelle spese ordinarie che prima venivano fronteggiate senza particolari problemi. Attualmente i pensionati ricorrono sempre più spesso alla Cessione del Quinto della Pensione, nella maggior parte dei casi per aiutare i “giovani” della propria famiglia, i quali risultano schiacciati dal precariato e da un livello salariale tra i più bassi d’ Europa.

Cessione del quinto per i pensionati ex Ipost

La previdenza e l’assistenza del Gruppo Poste è stata gestita dall’Ipost, l’Istituto postelegrafonici, fino al 31 maggio 2010, quando con il decreto legislativo n.78 del 2010, convertito con la legge n.122 del 2010, l’ente è stato soppresso e tutte le sue funzioni sono state trasferite all’Inps, l’Istituto nazionale di previdenza sociale. A questo scopo all’interno dell’Inps è stata costituita con delibera del direttore generale n. 54 del primo ottobre 2010 una struttura ad hoc per l’integrazione delle funzioni del soppresso Ipost, che tra le altre cose si occupa di gestire i fondi di assistenza, mutualità e crediti. Attualmente i pensionati ex Ipost intenzionati a chiedere una cessione del quinto della pensione devono dunque rivolgersi all’Inps per l’avvio delle pratiche necessarie.

 

Leggi il resto »

Prestiti Pensionati Inps e Enpals

I prestiti ai pensionati Inps sono regolamentati dall’ articolo 13 bis, comma 1, della Legge 14 maggio 2005, il quale estende a tutti i pensionati, siano essi pubblici che privati, la possibilità di contrarre prestiti tramite banche o intermediari finanziari. I prestiti per pensionati possono estinguersi tramite la cessione di quote di pensione fino ad un quinto dell’importo della stessa, ecco perchè viene chiamata Cessione del Quinto della Pensione.

Dal 1° Gennaio 2012, come da disposizioni normative, le funzioni dell’ Enpals, che si occupa dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico, sono state attribuite all’ INPS che succede in tutti i rapporti attivi e passivi. In attesa di nuove indicazioni, le richieste di prestazioni dovranno comunque essere presentate alle rispettive strutture territoriali dell’ente soppresso.  I pensionati Enpals, come tutte le persone che percepiscono una pensione da un ente nazionale di previdenza, possono scegliere di contrarre un prestito attraverso una cessione del quinto, in modo da poter soddisfare un’esigenza o una necessità che si sono trovati ad avere.

 

Leggi il resto »

Prestiti Pensionati Inpdap e Enasarco

I titolari di pensione Inpdap e i dipendenti pubblici, grazie al decreto ministeriale 45 del 2007, possono iscriversi alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell´Inpdap. In seguito alla manovra Monti le competenze dell’Inpdap sono state soppresse e verranno trasferite all’Inps, questo è quanto è stato redatto dall’ art. 21 del decreto legge 6 dicembre 2011, in egual modo è stata disposta la soppressione dell’ Enpals.

L’Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio, conosciuto con l’acronimo di Enasarco, è una fondazione con sede a Roma. Pur trattandosi di un soggetto di diritto privato l’ente persegue finalità di pubblico interesse, poiché si occupa della previdenza integrativa, a contribuzione obbligatoria, dei suoi associati, risultando sottoposto alla vigilanza del ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali. I pensionati dell’Enasarco possono ottenere una cessione del quinto della pensione se percepiscono almeno 600 euro al mese di pensione. Anche i soggetti con segnalazioni, protesti o pignoramenti possono accedere al finanziamento, così come tutti i pensionati che abbiano già in corso altri prestiti.

Leggi il resto »